/** * @subpackage LightBreeze v1.7 HM01J * @copyright Copyright (C) 2010-2013 Hurricane Media - All rights reserved. * @license GNU General Public License version 2 or later; see LICENSE.txt */ defined( '_JEXEC' ) or die( 'Restricted access' ); $LeftMenuOn = ($this->countModules('position-4') or $this->countModules('position-5') or $this->countModules('position-7')); $RightMenuOn = ($this->countModules('position-6') or $this->countModules('position-8')); $TopNavOn = ($this->countModules('position-13')); $app = JFactory::getApplication(); $sitename = $app->getCfg('sitename'); $sitetitle = $this->params->get('sitetitle'); $sitedescription = $this->params->get('sitedescription'); $logopath = $this->baseurl . '/templates/' . $this->template . '/images/logopdo.png'; $logo = $this->params->get('logo', $logopath); $logoimage = $this->params->get('logoimage'); ?> News

Trofeo del Pesto 2017

2015_3.jpg

 

Dopo il grande successo del Trofeo del Miele della settimana scorsa con l’invasione di 360 bambini arrivati con 10 pullman ,le favolose Mamme Orsi saranno chiamate ad accogliere un’altra quantità innumerevoli di bambini scatenati.  Ma nelle difficoltà le nostre Mamme tirano fuori il meglio trasformando dei tornei complicati visti gli spazi, nei tornei più belli di tutto il Nord Italia. Pesto, focaccia, sorrisi e sport questi sono gli ingredienti per fare diventare il torneo speciale sia per gli ospiti che per noi.

Buon Divertimenti a tutti!!!!

 

 

 

TROFEO

SIAMO PRONTI PER IL TROFEO DEL PESTO 2017

CAMPO BRANEGA DOMENICA 29 OTTOBRE

 

TROFEO DEL MIELE

 

VI ASPETTIAMO DOMENICA 15 OTTOBRE CAMPO BRANEGA

Festa di Natale per gli Orsi

PROVINCE DELL’OVEST IN FESTA. Il club degli ORSI, del ponente genovese, è giunto all’undicesimo anno di vita, ed esattamente al settimo anno di attività delle Province dell’Ovest, e l’altra sera nell’ampio teatrino della Parrocchia NS. DEL SOCCORSO E SAN ROCCO di Genova Prà, si sono radunate tutte le forze della Società biancoblu, capitanata da Massimo Poggio e Paolo Ricchebono. Una serata di gioia conviviale, una simpatica serata  allietata da un banchetto “fatto in casa” dai genitori dei ragazzi e dei bimbi che svolgono intensa attività con lo stesso club.
“Quest’anno siamo arrivati a tesserare centottanta atleti – afferma PAOLO RICCHEBONO – siamo impegnati in tutte le categorie del minirugby, seguite da un preparato staff tecnico e dirigenziale. I ragazzi provengono quasi tutti dalle attività nelle scuole che noi seguiamo da vicino, cominciando dalla San Giovanni Battista di Sestri Ponente, dalla Ravasco, dal Centro Storico nel nuovo impianto sintetico della  piazza delle Erbe, le scuole di Sampierdarena, Sestri e Prà. “

(da sin. Paolo Ricchebono, Fabio Temporini con alcuni ORSI)
 
Le Province dell’Ovest partecipano ai Campionati Under 18, collegati al CFFS Cogoleto, individualmente con gli Under 16, gli Under 14 e tutte le categorie dell’attività della Propaganda.
“E questo è stato possibile grazie all’opportunità di utilizzare il nuovo impianto sportivo del Branega di Genova Prà – prosegue RICCHEBONO -  indispensabile per portare avanti tutto questo movimento, soprattutto con le categorie del minirugby dove il responsabile di questo settore Fabio Temporini segue un lavoro fruttuoso e concreto. “
L’U18 è seguita tecnicamente dallo stesso Paolo Ricchebono, Paolo Scarpa e Francesco FRANZ Nasti, l’U16 da Massimiliano Pesce ed Adrian Fili, mentre gli U14 da Claudio, Andrea, Alberto, l’U12 da Francesco e Fabio, gli U/10-8-6 da Andrea, Manuel, Coralie, Andrea e Beatrice. L’attività scolastica inserita nei programmi del Torneo Ravano e per le Scuole Media è curata dalla proff.ssa Barbieri.
(il teatrino della parrocchia di Genova/Prà - foto di Claudio Rapali)
 
Durante la festosa serata si è sviluppata una interessante proiezione di foto e filmati di stampo rugbistico, inerenti soprattutto alle attività della propaganda.
“ Anche quest’anno prenderemo parte all’ormai insostituibile stage  organizzato e curato dal grande Pierre Villepreux, che si svolgerà a Lubersac, in Francia, poi prenderemo parte al Torneo Città di Treviso, ex Topolino, al Bottacin organizzato dal Petrarca Padova, al Torneo milanese Max Capuzzoni ed a quello del Bruco. Proseguiremo con le attività alternative (e qui esce la carica scoutistica di Paolo n.d.r.) come la scalata alla Punta Martin, la camminata all’Arpy, al Campus di Vara.”
 
 
(Gara delle torte, gustosissime e bellissime, foto di FULVIO RAPPA)
 
Oltre ai numerosi allenatori ogni categoria possiede validissimo Team Manager come Alberto Mozzi, Andrea Cosmelli, Fulvio Rappa, Andrea Farinetti, Piero Battegazzore, Cristina Ferrari, Claudia Barisione, Antonio Noto La Diega, Paolo Olivieri, Cinzia Scapoli, Chiara Barbagelata, e ovviamente per il Torneo Ravano Francesca Mantovani. Cassiere/Tesorieri Danilo Piana e Giorgia Montalti, magazziniere addetto al campo Branega Elio Paganelli.

 

Ricco il banchetto curato dalla famiglie del club, con classica gara di torte dolci, lotteria e menzioni particolari per i giovani atleti Lorenzo Barisione (U18), Federico Venturino (U16), Federico Franzone (U14), Walter Foscato (U12), Nicolo’ Giovinazzo (U10), Andrea Farinelli (U8), Davide Sossa (U6).
Tratto dal sito RUGBY TOTALE (link http://rugbytotale.blogspot.it/) per gentile concessione del suo autore Roberto Roncallo

 

Risultati 3° trofeo del Pesto

 

Il 3° trofeo del Pesto tenutosi domenica 10 Ottobre presso l'impianto sportivo del Branega ha visto trionfare lo Junior Asti, secondi classifica il CUS Torino, terzi gli Orsi delle Province dell'Ovest.

 

Un Allenatore del Treviso di Rugby racconta il Topolino

Tratto da facebook

di Pietro Spigoli La Noce.

Sono l'allenatore di 40 bambini dell' under 8 della Benetton Rugby Treviso

Ieri abbiamo vinto il Trofeo Topolino edizione 2016 I squadra classificata (su128 squadre vedete voi).

Sono 20 anni che alleno, mai avrei pensato di poter arrivare fino a qui...
Ho sempre allenato con entusiasmo, gioia, amore verso i bambini ma sempre con molta molta umilta', tanto e' che, a chi continuamente mi diceva che siamo i piu' forti in assoluto, sorridevo rispondendo, facciamo del nostro meglio, speriamo bene...
Ogni genitore conosce il proprio figlio, non conosce tutti i 40 bambini che alleno, io conosco tutti quei bambini uno per uno, i loro problemi, i loro penseri, le loro paure, le loro gioie, cosa mangiano e cosa non mangiano, le loro barzellette a volte senza senso, i loro sorrisi, i loro pianti quando, su un placcaggio ricevono una botta, il sangue che esce da un dentino da latte staccato dopo una gomitata...li conosco bene, tutti, non perche' sono uno psichiatra o qualcosa del genere, perche' li “sento”, questa, credo, e' l'unica differenza di chi allena e di chi, invece, educa alla vita...
Sento quando un bambino e' a disagio o quando non e' perfettamente in forma, non so' dirvi il perche' ma lo sento, lo vedo, lo intuisco...e questo che io chiamo, fortunato dono, deriva solo ed esclusivamente da un solo organo: il CUORE.

Voglio bene ai quei bambini come se fossero miei, so che, se qualche volta alcuni di loro non li seguo come gli altri, comunque mi rispettano e mi vogliono bene, questo lo sento, lo percepisco, tanto e' che trovo comunque il tempo anche per loro, come per gli altri, cercando di non abbandonare nessuno al proprio destino, basta prenderli per mano, “sentire” di cosa hanno bisogno e trascinarli con decisione nella giusta strada...quella del gioco per divertimento, per passione, per altruismo...
Quest'anno e' stato “speciale”, ho visto delle trasformazioni importanti, in molti bambini: chi non passava mai la palla, la passa, chi non placcava, placca, chi non si rialzava scatta in piedi, chi non voleva correre, accelerare, chi voleva giocare sempre sulla squadra “A”, accettare le mie scelte con gioia, giocando sempre ad alti livelli in qualsiasi squadra, bambini che non volevano venirsi ad allenare, implorare le mamme di portarli anche con la febbre....

Ricordo tutto, vedo tutto, non mi sfugge nulla di questi bambini, bambini che vengono ad allenarsi con la febbre, bambini che giocano fasciati per dolori alle gambe, correre e placcare soffrendo, ma giocano! Bambini malati che vengono a vedere la loro squadra sostenendola, sempre e comunque, bambini che portano le caramelle solo cosi' perche' gli va....allora anche se non vincevo il Trofeo Topolino con la mia Under 8, io la mia vittoria l'avevo gia' avuta, questi bambini mi hanno ricambiato di tutto il loro amore e rispetto di quanto ne hanno ricevuto, io SO' di aver dato loro tutto quello che potevo riferito all'affetto, alla tecnica di gioco, al rispetto e, soprattutto, all'umilta' di rimanere bambini....

In squadra, quest'anno, ho sempre avuto difficolta' a far giocare, Fiji (soprannomi) piuttosto che Samoa, Goku, piuttosto che Ughetto, Pivo, piuttosto che Jack, Miami piuttosto che Greg o Giorino al posto di Giada ecc..., questo perche' tutti, ripeto, tutti, hanno sempre giocato al 1000 x 100 in campo, ricambiando quello che a loro chiedevo: dare il massimo, come nel Rugby, nella vita, cosi' e' ragazzi, dicevo loro nei famosi “cerchi” pre-gara, se volete diventare dei campioni, dovete avere sempre voglia di vincere, di emergere, di essere primi, nello sport, nel lavoro, nella scuola, negli affetti, li ho fatti giurare con le mani sopra un pallone ovale, che non avrebbero MAI tradito questi princpi di VITA e DI SPORT, MAI, giurate a Voi stessi che darete il massimo, cosicche', se qualcuno durante i vostri brillanti giorni di vita, dovesse offendervi dicendovi, sei un rammollito, Voi gli battete la spalla con affetto e gli sorridete, andandovene via...Voi sapete quanto valete, io anche, questo basta....

Per ultimo e lo scrivo volontariamente, quest'anno ho avuto l'opportunita' di avere un piccolo neozelandese in campo, bimbo di 7 anni, che ha lasciato la scuola di Auckland, i suoi piccoli amici, i suoi affetti, la sua lingua, le sue certezze e il suo “flag rugby” (rugby senza placcaggio) per approdare in una terra sconosciuta, lingua sconosciuta, nessun amico, nessun affetto nessun riferimento, se non quello dei genitori, ed un rugby con placcaggio...
Questo bimbo ha seguito il lavoro del padre, anch'egli un giocatore di rugby, ed e' venuto ad allenarsi con il nostro gruppo Under8 a settembre scorso.
Ha imparato a placcare, piangendo e vincendo la paura, ha imparato ad esprimersi molto a gesti e poco con la lingua, ha trovato decine di amici in squadra che lo hanno amato da subito, poiche' e' un bambino anche lui...
Io ho cercato di farlo sentire a casa sua da subito, poiche', “sentivo” il suo enorme disagio nell'affrontare tutto...nel momento in cui questo bimbo si e' accasato con la nostra Under8, ha cominciato a giocare bene, a sorridere, a fare qualche scherzetto ai suoi amici, tipico di un bimbo della sua eta', si era affezionato a noi, a me, al gruppo, alla squadra, alla maglia, all'Italia....
Poi la notizia che, a giugno, sarebbe tornato in Nuova Zelanda, per sempre...non lo avremmo visto mai piu'...lui lo sa, ed ogni volta che ce lo dice, arruffa la bocca e soffoca un pianto....

Ieri abbiamo vinto il Trofeo Topolino Under8, finita la partita con 9 mete a 0, i giornalisti mi hanno fermato e mi hanno chiesto a chi dovevano dare il Trofeo Man of The Match, io ho detto a loro di aspettare un attimo, glielo avrei detto dopo 5 minuti.

Ho preso i bambini, li ho messi in cerchio, li ho guardati e gli ho parlato con il cuore, con la verita' sulle mani, come ho sempre fatto, come sempre faro', loro, cosi', capiscono che sto gli dicendo la verita' e che sto parlando con il cuore, non con la bocca....ho detto a loro che dovevamo decidere a chi dare il premio per il miglior giocatore, abbiamo vinto tutto quello che potevamo vincere, siamo felici tutti, se dovessi dare un premio al miglior giocatore a chi lo darei? Tutti siete stati ENORMI, chi spinge, chi placca, chi corre, chi segna mete, tutti abbiamo lavorato in campo per un unico scopo: questa meravigliosa coppa e la leggenda nella storia del Topolino.
Questo premio io non riesco a darlo a nessuno, se non a uno solo di Voi che lo terra' per sempre nel cuore in ricordo di questi momenti speciali e unici che abbiamo vissuto....
Mi allontano dal loro e, dopo circa 1 minuto, Elia, si avvicina e mi dice, lo diamo a Noha (il bambino neozelandese) perche' non lo rivedremo mai piu', cosi' si ricodera' di noi per sempre...ho abbracciato Elia e ho pianto...questo e' quello che Vi ho trasmesso, questa e' la mia vittoria, le coppe e le targhe sono plastica e ferro...

GRAZIE BAMBINI UNDER 8 MI AVETE RESO FELICE....E NON E' POCO...

IL VOSTRO ALLENATORE PIETRO.

Cara mamma, fammi giocare a rugby

Uno sport sottovalutato e ritenuto pericoloso ma dietro il rugby c’è ben altro: scopriamo perché anche le mamme più apprensive dovrebbero far giocare i propri figli a questo sport

L’Italia è il paese del calcio, quando c’è una partita importante si bloccano intere città, per qualche episodio dubbio si arriva addirittura a chiedere interrogazioni parlamentari. Purtroppo di questa cosa ne risentono tutti gli altri sport, specialmente quelli che ancora oggi nel nostro paese sono considerati “emergenti”, uno di questi è il rugby.

C’è un periodo dell’anno, tra febbraio e marzo, in cui la palla ovale diviene incredibilmente popolare, grazie alla nazionale italiana impegnata nel Sei Nazioni, per poi tornare immediatamente ad essere uno sport seguito da pochi appassionati. Non c’è dubbio che agli occhi di molti genitori, che magari guardano saltuariamente una partita di rugby, possa apparire come uno sport violento e nel quale è davvero difficile capirci qualcosa.


Allora perché una mamma dovrebbe portare il proprio figlio a provare il rugby? I motivi sono diversi e, paradossalmente, non sono strettamente legati all’atletica, alla tecnica o comunque al gioco in quanto tale. Il rugby è uno sport che forma l’uomo prima ancora che il giocatore, infatti gli allenatori insegnano sin dalla più tenera età ai piccoli rugbisti i valori del gioco di squadra, dell’umiltà, la disciplina e il rispetto nei confronti degli altri. Tutti questi sono insegnamenti che sono fondamentali nel gioco ma lo sono ancora di più nella vita di tutti i giorni. Sicuramente ci sono già le scuole ed altri luoghi predisposti ad insegnare questi valori ma se a farlo è uno sport diventa più semplice e più piacevole per i bambini e i ragazzi apprenderli e farli propri.

Nel rugby se cadrai ci sarà sempre un compagno, o magari un avversario, ad aiutarti a rialzarti, se sbaglierai ci sarà sempre un compagno che farà di tutto per rimediare al tuo errore come se fosse stato lui a commetterlo e, se non ci riuscirà, non ti urlerà contro ma ti incoraggerà e ti spronerà a fare meglio.

Non si può negare che il rugby sia uno sport di contatto e se una mamma deciderà di portare il proprio figlio a giocare a questo sport dovrà sapere da subito che lo vedrà tornare a casa un po’ sporco e qualche volta anche dolorante, ma soprattutto lo vedrà tornare sempre soddisfatto perché nel bene o nel male avrà imparato una lezione importantissima su di se o sugli altri, ogni allenamento sarà una lezione di vita.

Cara Mamma, se tuo figlio ti chiede di accompagnarlo ad un allenamento perché vuole provare il rugby allora dovresti accontentarlo perché per lui sarà molto più di un semplice sport, sarà uno stile di vita.

scritto da Paolo Novello http://www.sportfair.it/2016/05/cara-mamma-fammi-giocare-a-rugby/366466/

Bordo campo Under 12 – TORNEO BOTTACIN – PADOVA 1 MAGGIO 2016

Il torneo intitolato a Giuseppe Bottacin, mediano di mischia del Petrarca e della Nazionale negli anni '50 e '60, poi industriale di successo e vice Presidente dell'Associazione Industriali di Padova, che perse la vita a 43 anni in un tragico incidente aereo nei pressi di Rieti il 16 dicembre del 1978, è uno degli appuntamenti tradizionali per i nostri Orsi.

È un gran bel banco di prova, importante per verificare il risultato del lavoro svolto durante tutto l’inverno. Il risultato non sportivo in senso stretto, ma complessivo, inerente ai valori che questo sport dà ai ragazzi, inerente al comportamento del gruppo, all’affiatamento, al rispetto per gli avversari e per gli educatori e accompagnatori che si sono presi cura di loro nei 2 giorni trascorsi a Padova.

E sì perchè la trasferta al Bottacin è un viaggio cultural-sportivo in quanto Paolo ci ha sempre tenuto che i ragazzi avessero la possibilità di visitare Padova, il suo centro e la basilica del Santo.

Supportato da Fabio, (la) Andrea, Jamal e Max, i nostri Orsi hanno scorrazzato per Padova tutto il pomeriggio del sabato per poi cenare tutti insieme e ritirarsi per il pernottamento presso l’ostello della città patavina.

La mattina del 1° maggio ci fa constatare che i metereologi, stavolta, hanno proprio azzeccato le previsioni: la pioggia pare non dare tregua e promette una giornata che pare il 1° novembre.

Ed è infatti un manipolo di Orsi intirizziti quello che entra sul campo principale del centro sportivo “Geremia” per la cerimonia di apertura del torneo e che si scalda, dapprima per gli esercizi che Fabio “somministra” ai ragazzi, e poi, insieme al cuore di circa 2.300 giocatori e 1.500 spettatori, per l’inno nazionale suonato dalla banda dei Bersaglieri.

Terminata la cerimonia comincia il torneo ! Le squadre sono 40 suddivise in 10 gironi da 4. Riapriamo gli ombrelli (noi a bordo campo ovviamente) mentre i nostri Orsi, ormai scaldati, prendono confidenza con il perfetto manto erboso del campo sul quale giocheranno le prime tre partite del girone di qualificazione.

Il primo match è contro Biella e i nostri Orsi ci mettono un po’ a carburare e subiscono la pressione dei verdi piemontesi. Il tempo di gioco è breve (8 minuti tempo unico) e scivola via in fretta concludendosi con una sconfitta per 2–0.

Nemmeno il tempo di rifiatare e sotto con la seconda: Petrarca Padova B. Il nome è un monumento del rugby italiano e merita una concentrazione assoluta. Gli Orsi ci sono ! Partita intensa, combattuta, tirata fino all’ultimo istante e vinta 3-2. Bravissimi !

Ci si riposa in attesa della terza che deciderà quale cammino si dovrà percorrere nel pomeriggio e in quale fascia della classifica finale leggeremo “Orsi Province dell’Ovest”. Mogliano: altro mostro sacro ! Anche questa partita è combattutissima e non bisogna concedere nulla a squadre come questa perchè non perdonano anche le piccole disattenzioni. Finisce 2-0 per Mogliano che vince il girone. Gli Orsi sono terzi e andranno a giocare nella fascia 21° - 30° posto.

Una volta redatte le classifiche della prima fase scopriremo gli avversari della fase di semifinale. Gli Orsi, per adesso, si rifugiano negli spogliatoi per riposare un po’ ed analizzare quanto fatto fino ad ora. Nel frattempo la migliore notizia (sempre per noi a bordo campo) è che ha smesso di piovere e, se non fosse per un fastidioso venticello, anche la temperatura sarebbe perfetta.

Si torna in campo. È diverso da quello di prima ma ugualmente perfetto nonostante tutta l’acqua che è venuta giù.

La prima partita (saranno 4 in questa fase e di 7 minuti ciascuna) è contro Firenze. Pronti via e gli Orsi sono subito avanti 1-0. Firenze si fa sotto ma la difesa contiene abbastanza agevolmente e solo per un guizzo individuale finale i toscani pareggiano. Finisce 1–1.

La seconda partita è contro il CUS Padova che aveva stravinto la prima. Gli Orsi ormai sono carichi e rinvigoriti dal primo risultato positivo e sfoderano una partita intensa e di sacrificio che gli vale il successo per 1-0.

Nella terza si va a giocare contro il Rugby Badia sostenuto da un tifo caloroso. Orsi avanti 2-0 in controllo della partita a parte un patema finale poichè Badia accorcia a tempo quasi scaduto. Finisce 2-1.

Resta l’ultima sfida contro Roccia Santo Stefano e la certezza del primo posto del girone in caso di vittoria. Ma è solo il campo che dovrà emettere il suo verdetto e gli Orsi, avanti 2-0 dopo pochi minuti si distraggono e vanno a perdere all’ultima azione per 4-3.

Per la combinazione dei risultati delle restanti partite, Orsi secondi e in finale per il 23°/24° posto. La sfidante sarà Pesaro e, per la soddisfazione dei ragazzi, si giocherà sul campo principale, nello stadio. L’appuntamento è per dopo pranzo, alle 15.

La nostra finale è combattuta, nervosa e probailmente la stanchezza (sono in campo da più di 6 ore) si fa sentire. Finisce 1-0 per Pesaro, Orsi al 24° del Torneo Bottacin.

Nel resoconto del CAPUZZONI alla fine di Ottobre facevo riferimento alla valutazione del risultato assoluto e al miglioramento ottenuto in un determinato lasso temporale. Non avevo citato il risultato sportivo di quel torneo (ultimi) ma avevo formulato un augurio all’under 12 delle Province 2015/2016 per ottenere alla fine della stagione un incremento di prestazione, come dicono gli inglesi, “OUTSTANDING” e cioè di assoluto rilievo.

Gli Orsi Under 12 hanno fatto un progresso incredibile in confronto all’inizio della stagione e si sono comportati da vera squadra sostenendosi l’uno con l’altro sempre. È stato bello vederli passeggiare per Padova chiacchierando tra di loro e restare in rigoroso silenzio davanti alle reliquie del Santo. È stato altrettanto bello vederli lottare in campo e tener testa a tutti gli avversari nel torneo, a mio parere, più di livello che ci sia.

Il merito di questo risultato è frutto del lavoro fatto da Davide Bortolo e Francesco Poggio che sono stati la guida tecnica per tutto l’anno. Grazie.

BRAVI RAGAZZI E FORZA ORSI !

NLD

Gli Orsi al Torneo Bottacin di Padova

Il Torneo PINO BOTTACIN di minirugby, organizzato annualmente dal Petrarca Padova, si è sviluppato domenica scorsa per la trentacinquesima edizione, e l’ambìto premio è stato ancora assegnato ai padroni di casa. Il Trofeo viene consegnato al club che consegue la somma dei migliori risultati per ciascuna categoria in gara, mentre la classifica tra gli U12 ha premiato il Modena seguito nell’ordine da Unione Capitolina Roma, Patrarca Padova e Livorno.

 U10 al Petrarca Padova poi la Scuola Vendramin di Paese, CUS Milano e Tarvisium. U8 al Valsugana Padova, Tarvisium, Benetton Treviso e Parma Young. Unico club ligure presente all’importante torneo di minirugby sono state le Province dell’Ovest e, tra i suoi principali dirigenti/tecnici c’era FABIO TEMPORINI: “Come ogni anno, e ormai sono parecchi – dice appunto il coach degli ORSI – le Province dell’Ovest hanno partecipato al trofeo Bottacin, organizzato dal Petrarca Padova. Sui campi sono scese una squadra per la categoria Under 10 e una squadra per la U12. Entrambe le squadre, nelle prime tre partite, hanno pagato pegno e un po’ per l’emozione, un po’ per il clima non proprio agevole, ma soprattutto per il tasso tecnico delle avversarie, non hanno raccolto grossi risultati; da sottolineare in questa fase, comunque, la vittoria della U12 con il Petrarca Padova B. Nella seconda parte del torneo, rotto il ghiaccio, le cose sono andate molto meglio; confortante il percorso della U10 che ha infilato una serie di cinque affermazioni le quali hanno concesso morale e felicità ai ragazzi.”

A Padova erano presenti 2.300 giovanissimi atleti con 40 club partecipanti, ed alla premiazione ufficiale hanno presenziato il Sindaco di Padova, Massimo Bitonci, il Pre. Reg. Del CONI Gianfranco Bardelle, l’Ass. Reg. Giuseppe Pan, oltre che i principali dirigenti del Petrarca Padova, Enrico Toffano e Mario Bellini del Petrarca Padova JUNIOR, CON IL Pres. Amici di Mattìa, Federico Prosdocimi e l’allenatore del Petrarca Padova Andrea Cavinato.
“Al di là di quello che ha concesso il campo – afferma FABIO TEMPORINI – è da sottolineare la belezza di questo torneo e dei momenti che si trascorrono durante tutta la sua durata; qui si va ben oltre la classica frase – e’ stata una bella giornata di sport – stiamo parlando di un0organizzazione perfetta, di un fortissimo senso di appartenenza, con circa duecento volontari sul campo, della volontà di costruire qualcosa di ceramente importante.”

E ora due settimane di riposo per la “truppa” degli ORSI, e poi tutti pronti per destinazione Treviso per il Trofeo Topolino, giunto alla venticinquesima edizione, ed inserito nel Torneo di Minirugby Città di Treviso che invece è arrivato all’edizione numero trentotto. Le Province dell’Ovest prenderanno parte a questo torneo con gli U8 – U10 – U12 e U14.

di Roberto Roncallo su http://rugbytotale.blogspot.it/

Orsi Under 12 a Recco.

RAGGRUPPAMENTO F.I.R. – RECCO 9/4/2016

Il cielo lascerà filtrare un timido raggio di sole sul finire della giornata ma ad accoglierci all’Androne sono sporadiche gocce di pioggia.

La temperatura non è propriamente primaverile ma i nostri ORSI Province dell'Ovest sperimentano il calore dei propri tifosi e, soprattutto, degli intensi esercizi di riscaldamento proposti dai due coach Francesco Poggio e Davide Bortolo.

Le squadre under 12 presenti sono 5: Province/Cogoleto che giocherà insieme al Savona, i nostri ORSI, gli Amatori Genova e i padroni di casa del Recco.

Per gli ORSI, quindi, impegno articolato su 3 partite della durata ciascuna di 20 minuti.

La prima partita vede i ragazzi capitanati da Alessandro Sgorbissa impegnati contro Cogoleto-Savona. La partita è combattuta e, malgrado gli ORSI vadano avanti nel punteggio, solo nel secondo tempo la bilancia va a pesare decisamente dalla loro parte.

Seconda partita contro la “corazzata” Recco che mette in campo tecnica e cattiveria agonistica. Malgrado il passivo pesante gli ORSI non mollano mai, ed escono dal terreno di gioco a testa alta.

La terza contro gli Amatori è senza dubbio la partita più bella e combattuta. ORSI sempre avanti e Amatori mai domi fino all’ultima azione nella quale la nostra difesa erige un vero e proprio muro in termini di forza e determinazione per evitare di subire in extremis il Nel complesso tre prove gagliarde molto ben valutate da Francesco e Davide che hanno fatto i complimenti a tutti gli ORSI scesi in campo. Grinta, determinazione, consapevolezza e atteggiamento giusto agli ordini di 2 fantastici coach. Un buon viatico per i grandi tornei di

Un grande BRAVO a tutti gli ORSI:

Leonardo Barabino, Eros Bascetta, Andrea Bottino, Rithy Cappellozza, Lorenzo Dodi, Filippo Donda, Andrea Drago, Leonardo Farinetti, Giacomo Grilli, Dario Licata, Lorenzo Noce, Alessio Noto La Diega, Christian Novella, Federico Rosini, Alessandro Sgorbissa, Daniele Traverso e Edoardo Villa.

Recco – Amatori Genova: 13 – 0

ORSI Province dell'Ovest– Cogoleto/Savona: 8 – 3

Recco – ORSI Province dell'Ovest: 10 – 0

Amatori Genova – Cogoleto/Savona: 5 – 2

Recco – Cogoleto/Savona: 9 – 1

Amatori Genova – ORSI Province dell'Ovest: 4 – 5

Scritto da NLD

Partite del weekende del 9 e 10 Aprile 2016

di Roberto Roncallo

La stagione agonistica del rugby ligure volge alle fasi decisive. In Serie A il Recco domenica è ospite dell’Accademia e, se riuscisse a vincere a Parma otterrebbe anticipatamente la certezza di accesso ai play off. Se poi nella partita successiva di Recco contro i Medicei ottenesse un’altra affermazione, passerebbe sempre ai play off, ma addirittura al primo posto, ottenendo il diritto di sfidare con partita di andata e ritorno la squadra seconda classificata dell’altro girone. Il CUS Genova nel contempo occupa un tranquillizzante primo posto nel girone Salvezza, ma la sfida con il Prato Sesto assume una certa rilevanza in quanto i toscani sono ancora in piena lotta per non retrocedere, ed al Carlini si assisterà sicuramente ad un test molto combattuto. Intanto riprende la Serie C1 e la sfida più delicata è quella della capolista Cogoleto&Province dell’Ovest in gara ad Aosta: per la squadra ligure vietato perdere il passo, onde mantenere a debita distanza in classifica il Monferrato. Sempre in C1, ma nel girone Salvezza, ultima spiaggia per lo Spezia, 

impegnato ad Ivrea, e solo una vittoria potrebbe rilanciare le speranze dei levantini.

 

SERIE A FASE PROMOZIONE (III GG.RIT.) ore 15,30

Accademia Ivan Francescato – Tossini Recco (Cittadella del Rugby/Moletolo Parma arb. Meconi)

I Medicei Firenze – Unione Capitolina Roma

Jr Brescia – Gran Sasso

CLASSIFICA: Recco punti 29, Accademia, I Medicei e Capitolina 20, Brescia 11, GranSasso 6.

 

SERIE A FASE RETROCESSIONE (III GG. RIT.)

ECO ERIDANIA CUS Genova – Unione PratoSesto (Stadio Carlini arb. arb. Palladino)

Primavera – Barton CUS Perugia

CUS Roma – A.S.R. Milano

CLASSIFICA: CUS Genova punti 26, Primavera 18, Prato Sesto 16, A.S.R.  e CUS Roma 13, CUS Perugia 11.

 

SERIE C1 FASE PROMOZIONE ( I GG. RITORNO) ore 15,30

Stade Valdotaine – CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest (Stadio Tzamberlet/Aosta arb. Poluzzi)

Monferrato – Rivoli (ad Alessandria atb. Vagnarelli)

Savona – Union Rugby Riviera (Fontanassa arb. Rafìa)

CLASSIFICA: CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest punti 24, Monferrato 21, Union Rugby Riviera 13, Stade Valdotaine 11, Savona 8, Rivoli 0.

 

SERIE C1 FASE PASSAGGIO (I GG. RITORNO) ore 15,30

Amatori Genova – CUS Torino Cadetti (Comunale di Sant’Olcese arb. Nava)

Ivrea – R.C. Spezia (Campo Santi arb. Torazza)

San Mauro – Cuneo Pedona (Campo D’Altorio arb. Zimei)

CLASSIFICA: Ivrea punti 20, Amatori Genova punti 19, CUS Torino Cadetti 17, San Mauro 14, Spezia 6, Cuneo  0.

 

UNDER 18 II FASE GIRONE A (I GG. RIT.)

Biella – CUS Genova (Stadio del Rugby ore 12,00)

CUS Torino – Cuneo Pedona

CLASSIFICA: CUS Genova punti 14, CUS Torino (*) 6, Biella 5, Cuneo (*) 0.

 

UNDER 18 II FASE GIRONE B (I  GG. RIT.)

San Mauro – Savona (Campo D’Altorio ore 12,30 arb. Paolo Boni)

Amatori Genova – Avigliana ore 13,00 Comunale Sant’Olcese arb. Pastore)

CLASSIFICA: San Mauro punti 15, Savona 9, Amatori Genova 5, Avigliana – 3.

 

UNDER 18 II FASE GIRONE C (I GG. RIT)

Rivoli – Monferrato

Stade Valdotaine – Union Rugby Riviera (Tzamberlet/Aosta)

CLASSIFICA: Union Riviera punti 14, Monferrato/B (*) 6, Rivoli 5, Stade Valdotaine (*) 0

 

CAMPIONATO RISERVE (VI GG. RITORNO)

HBS Colorno – Lyons Piacenza

A.S.R. Milano – VII Torino

Biella – Recco (ore 13,30)

In sosta CUS Genova e Piacenza

CLASSIFICA: Lyons Piacenza punti 42, CUS Genova 40, Colorno 29, A.S.R. 26, Piacenza 24, Biella e VII Torino 9, Recco 7.

Escluse dal campionato Varese e Monferrato.

 

UNDER 16 GIRONE 1 ELITE (VII GG.RITORNO)

GenovaLevante – Bergamo (Stadio Carlini 12,30)

Cammi Calvisano – Viadana

CUS Torino – A.S.R. Milano

VII Torino – CUS Milano

Grande Brianza – Tutto Cialde Lecco

CLASSIFICA: CUS Milano punti 67, Viadana 64, Calvisano 62, Grande Brianza 42, Lecco 31, VII Torino  29, Lecco 31,  GenovaLevante 28, CUS Torino 19, A.S.R. 16, Bergamo 7.

 

UNDER 16 II FASE GIRONE C (II GG. RIT.)

Volpiano – GenovaLevante/B

San Mauro – Amatori ‘74

CLASSIFICA: Amatori’74 punti 16, S. Mauro 14,GenovaLevante/B 10, Volpiano – 4.

UNDER 16 TERRITORIALE LIGURE/PIEMONTESE (VII GG. RIT.)

Cuneo Pedona – GenovaLevante/C (ore 12,30 comunale Loc. Piccapietra/CN arb. Origgia)

Savona – Amatori Genova (ore 11,00 Fontanassa arb. Kamili)

Lions Tortona – Imperia (Comunale di Pasturana ore 11,00 arb. Alaimo)

Monferrato/B – Province dell’Ovest (Ferrovieri/Alessandria arb. Piu)

CLASSIFICA: GenovaLevante/C punti 54, Imperia  e Province dell’Ovest 48, Cuneo 40, Savona 31, Tortona 10, Monferrato/B 10, Amatori Genova 7.

 

UNDER 14  (XVI GIORNATA)

Province dell’Ovest/A – Genova Rugby/A (Campo Branega di Prà ore 10,00 arb. Piano)

Province dell’Ovest/B – Genova Rugby/B (Campo Branega di Prà ore 11,00 arb. F. Olivieri)

Imperia – Salesiani Vallecrosia (Pino Valle ore 11,00 arb. Pallini e Reitano)

 

ATTIVITA’ DI PROPAGANDA UNDER 12

-        S a b a t o  -

Campo Carlo Androne di Recco ore 15,00 con Prto Recco, Genova Rugby, Amatori Genova, Busalla Valle Scrivia, Province dell’Ovest (2 sq), Savona, R.C. Spezia. Dir.Concentramento Giorgio Malaspina.

 

ATTIVITA’ DI PROPAGANDA UNDER 10 – 8 – 6

-        D o m e n i c a –

Comunale di Sant’Olcese ore 10,00 con Amatori Genova, Busalla Valle Scrivia, Province dell’Ovest, Pegli e Savona.

 

CAMPIONATO FEMMINILE SERIE A – GIRONE I (VI GG. RIT.)

CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest – HBS Colorno (Marco Calcagno arb. Riccetti)

Valsugana Padova – Benetton Treviso

CUS Torino – Monza

Riviera del Brenta – Chicken CUS Pavia

Casale riposa.

CLASSIFICA: Monza punti 59, Valsugana 51, Benetton 45, Riviera Brenta e Colorno 30, Casale 18, CUS Torino 11, Cogoleto&Province 6, CUS Pavia 0.

 

Campionati Studenteschi 2015/2016 scuole secondarie 1° Grado


L’Istituto Comprensivo San Giovanni Battista di Sestri Ponente si qualifica sia con la squadra di rugby maschile SEVEN’S, che con quella femminile. Netta la superiorità dei ragazzi sestresi che hanno ottenuto il Pass per la finale Regionale mettendo alle “corde” i pur volenterosi studenti degli Istituto Comprensivi di Prà, Pegli e Quinto/Nervi. Anche tra le ragazze il turno lo passa la San Giovanni Battista, pur non avendo vinto la fase di qualificazione, in quanto la formazione dell’I.C. Pegli non aveva il numero obbligatorio di atlete (*).

C.STUDENTESCHI  SCUOLE MEDIE (maschile)

S.Giovanni Battista – Prà  62/19, Quinto/Nervi – Pegli 10/50, Pegli – S.Giovanni Battista 10/45, Quinto/Nervi – Prà 0/60, Prà – Pegli  41/26, S. Giovanni Battista – Quinto/Nervi  70/0.

CLASSIFICA:
San Giovanni Battista punti 15, Prà 10, Pegli 5, Quinto/Nervi 0.

C.STUDENTESCHI SCUOLE MEDIE (femminile)

San Giovanni Battista – Quinto/Nervi 45/25, Pegli – Quinto/Nervi 55/20, S. Giovanni Battista – Pegli 15/32.

CLASSIFICA: Pegli punti 10, S. Giovanni Battista 5, Quinto/Nervi 0. PASSA IL TURNO S.Giovanni Battista (*).

Le partite sono state dirette dagli arbitri liguri Carlo Pastore, Michele Tobìa, Chiara Perata e Luca Ermellino.

Alla premiazione della Fase Provinciale di Genova, curata nell’organizzata dal MIUR, era presente Marco Richini,  Coordinatore regionale educazione fisica del Ministero dell’ Istruzione/ uff scolastico Regionale, e gestita dal Comitato Regionale Liguria della FIR, con la presenza del vicepresidente Gian Carlo Ricci, ha partecipato anche il Delegato Provinciale FIR Ammiraglio Antonio Cairo.

l’addetto stampa FIR Roberto Roncallo

 

Gli Orsi Under 16 suonano la “quinta”

Gli Orsi suonano la “quinta” nell’ultima partita casalinga e raggiungono dopo lunga rincorsa l’Imperia che raccoglie solo un punto perdendo a casa del Cuneo Pedona.

Va detto che le Province dell’Ovest hanno avuto di fronte una sì giovane squadra dal punto di vista tecnico ma grintosa e dotata di una capacità fisica superiore. Non è stato quindi facile per i padroni di casa cercare di raggiungere il bonus che gli avrebbe permesso di avere ancora qualche speranza per il secondo posto definitivo, nonostante la prima mèta al primo minuto e il risultato finale possano far pensare il contrario.

Il primo tempo finisce infatti 26 – 10 per i padroni di casa che sembrano non trovare la chiave giusta per chiudere la partita, anche per via di qualche errore che non dovrebbe essere commesso da parte di una squadra di alto livello come si è dimostrata essere nel corso del campionato.

Il secondo tempo sembra proseguire sulla falsa riga del primo per una decina di minuti con i Leoni che contrastano ogni azione degli Orsi ma un errore difensivo del Tortona, frutto anche della continua pressione delle Province, cambia forse l’andamento della partita anche dal punto di vista psicologico; gli Orsi conducono il gioco dalla quinta mèta in poi fino al risultato finale di  61 a 10, e vincono una partita condotta soprattutto sul piano fisico e dura come dimostrano i numerosi interventi del medico, ma sempre nell’ambito della reciproca correttezza. Il risultato finale forse sta stretto per un Tortona che ha fatto sicuramente progressi rispetto all’inizio del campionato e che sicuramente potrà dire la sua in futuro ma la differenza l’hanno fatta le caratteristiche peculiari della squadra sapientemente condotta da Pesce e cresciuta sotto le ali di Paolo Ricchebono. Gli Orsi infatti sono il risultato, ancora in evoluzione, di un percorso iniziato  con il settore propaganda fin dalla U7 e segnato dalla continua formazione non puntata necessariamente sulla forza fisica e l’aggressività ma sull’accrescimento tecnico e caratteriale, oltre che dalla capacità di saper inserire i nuovi innesti con disinvoltura e spirito di squadra.

La classifica vede ora l’Imperia e le Province dell’Ovest giocarsi a distanza fuori casa il secondo posto con due squadre anch’esse di carattere e con la stessa posizione in classifica, rispettivamente il Tortona e il Monferrato:entrambe non vorranno deludere i propri tifosi e cercheranno di rendere la vita difficile alle compagini liguri. Il campionato vive quindi una interessante sfida per altri 60 minuti e gli Orsi la dovranno onorare fino all’ultimo minuto consapevoli che la Dirigenza, lo staff tecnico e i genitori-tifosi li applaudiranno per il percorso fatto sin dai barrage di agosto a prescindere dal risultato.

Per il tabellino: mète di Guidetti (3), Cosmelli (2), Piccolo, Barbieri, Arrighi, Fernandez

Atleti: Dianti, Rappa, Fracchiolla, Guidetti, Arrighi, Cosmelli, Bilardi, Pesce, Fernandez, Piccolo (Cap), Paganelli, Venturino, Borgagni, Alcivar, Palma, Barbieri, Ghinello, Ricchebono, Colella, Modica

Continua la corsa degli Orsi Under 16

Nonostante fosse il primo giorno di primavera, il meteo ha tradito le aspettative ma le Province dell'Ovest non hanno tradito i propri tifosi, accorsi anche per la successiva partita della categoria superiore. Gli Orsi, allenati in via straordinaria da Paolo Scarpa, avevano promesso di riscattare la partita di andata contro i pari categoria del Cuneo segnata da molte indisponibilità, e sono riusciti nel loro intento; anche questa volta, è da dire, entrambe le formazioni sono state segnate da alcune indisponibilità ma la più penalizzata è stata probabilmente la squadra piemontese.Detto questo nulla toglie al merito degli Orsi che hanno condotto per tutto il tempo la partita pur commettendo molti errori e domato gli avversari che comunque non si sono mai arresi fino al 60esimo e hanno ceduto al nervosismo solo al termine della partita un po' per il risultato un po' per la stanchezza nell'impossibilità di effettuare cambi. Le Province hanno coronato quindi la quarta vittoria consecutiva con 4 mete di Guidetti e 1 rispettivamente di Fernandez, Cosmelli e del capitano Piccolo, ottenendo quindi il bonus e lasciando a bocca asciutta il Cuneo, consolidando il terzo posto in classifica utile per il ranking in vista dei barrage della prossima stagione per l'elite.
 
Questi gli atleti a disposizione per gli Orsi: Dianti, Fracchiolla, Ortoneda, Guidetti, Arrighi, Cosmelli, Ricchebono, Paganelli, Finotti, Piccolo, Venturino, Fernandez, Civardi, Alcivar, Barbieri, Borgagni, Romano, Ghinello, Rappa, Modica, Colella.
 
Articolo di Rappa F.

Risultati real-time Trofeo del Miele 2016

 Classifica Finale

Under 8
1° Genova Rugby
2° Orsi A
3° Novi Ligure
4° Cuneo Pedona
5° Orsi B

Under 10

1° Orsi A
2° Genova Rugby
3° Cuneo Pedona
4° Novi Ligure
5° CUS Milano
6° Orsi B

Risultati parite Under 8

 

  A ORSI A-CUNEO                 6 - 1   10,00-10,10  
  A NOVI-GENOVA RUGBY             0 - 8   10,15-10,25  
  A CUNEO-ORSI B                 3 - 0   10,30-10,40  
  A NOVI-ORSI A                 4 - 5   10,45-10,55  
  A ORSI A-ORSI B                  9 -  1   11,00-11,10  
  A CUNEO-GENOVA RUGBY              0 -  9   11,15-11,25  
  A ORSI B-NOVI                  2 -  7   11,30-11,40  
  A ORSI A- GENOVA RUGBY              1 - 9   11,45-11,55  
  A CUNEO-NOVI                 0 -  9   13,30-13,40  
  A GENOVA RUGBY-ORSI B              8 - 0   13,45-13,55  

Under 10

ORSI A-NOVI LIGURE             9 - 0   10,00-10,10
CUNEO -CUS MILANO             7 - 1   10,15-10,25
GENOVA RUGBY - ORSI B           8 - 1   10,30-10,40
ORSI A-CUNEO                 11 - 0   10,45-10,55
NOVI -ORSI B                  4 - 6   11,00-11,10
CUS MILANO-GENOVA RUGBY          0 - 4   11,15-11,25
ORSI A-CUS MILANO              14 -  0   11,30-11,40
NOVI -GENOVA RUGBY             0 -  10   11,45-11,55
CUNEO-ORSI B                 7 -  2   13,30-13,40
ORSI A-GENOVA RUGBY              6 -  0   13,45-13,55
CUNEO-NOVI                   3 - 5   14,00-14,10
CUS MILANO-ORSI B              9 -  2   14,15-14,25
ORSI A-ORSI B                 12 -  0   14,30-14,40
NOVI-CUS MILANO                8 - 1   14,45-14.55
CUNEO -GENOVA RUGBY            2 -  5   15,00-15,10

Orsi under 16, avanti tutta!

Under 16 Terza vittoria consecutiva per gli Orsi Province dell'Ovest che sul difficile campo del Savona ha la meglio sui padroni di casa.

Si dall'inizio si percepisce che il Savona non avrebbe voluto sfigurare davanti ai propri tifosi contro la squadra allenata da Pesce; l'inizio del primo tempo è all'insegna del nervosismo dei rossi e di errori degli ospiti fino a quando Cosmelli riesce a ottenere la prima méta, capitalizzando la differenza tecnica vista in campo.
(Nella Foto U16 di repertorio)

Il vento che sferza sul secco Fontanazza fino a piegare i pali non aiutano nella realizzazione di Fracchiolla; problema che si ripete per il successivo calcio per la seconda méta da lui stesso realizzata.

Il primo tempo termina sul 17 a 0 grazie alla méta realizzata dal Capitano Piccolo; Fracchiolla, prese le misure e fatto tesoro dell'esperienze precedenti, non fallisce la terza realizzazione.

Secondo tempo più equilibrato, dove la tecnica degli Orsi Province dell'Ovest e forse un pò di rilassatezza, deve contrastare l'orgoglio e la fisicità del Savona. C'è tempo per la quarta méta; Guidetti, regala il bonus agli Orsi Province dell'Ovest, coronato dalla magistrale realizzazione di Fracchiolla con un calcio teso che batte anche il vento e dalla meritatissima méta dei padroni di casa con altrettanto precisa finalizzazione, che dimostra che il Savona non ha mollato fino al 60 esimo e che sul campo si sono affrontate due squadre ben preparate e motivate.

Finisce così 24 a 7 per le Province dell'Ovest che domenica prossima vorrà riscattare sul proprio campo la pallida prestazione contro il Cuneo nel girone di andata.

Questi gli atleti a disposizione per le Province dell'Ovest : Dianti, Fracchiolla, Ortoneda, Guidetti, Arrighi, Cosmelli, Ricchebono, Paganelli, Pesce, Piccolo, Romano, Fernandez, Borgagni, Alcivar,Barbieri, Civardi, Palma, Ghinello,Bilardi, Venturino, Colella.

Scritto da F. Rappa

Oggi festa in rosa a Cogoleto

SABATO 12 MARZO al campo Marco Calcagno di Cogoleto si festeggerà la Festa della Donna, e per l’occasione la squadra femminile delle Zena Wasps affronterà la Pennsylvania State Rugby.

Giornata di festa per il rugby ligure – piemontese centrata sulla partita tra le Wasps del CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest e le americane dello Stato di William Penn. Il ricavato sarà impiegato per attrezzare l’infermeria del campo di via Molinetto. La Società ligure, con l’appoggio del Comitato Regionale Ligure, ha colto la palla (ovale) al balzo accettando di incontrare il team U.S.A. che è campione universitario federale. Roba per cuori forti. Ma, come ha sottolineato Alexios Cena, presidente dei Zena Wasps, “ Per migliorare bisogna giocare contro le squadre piu’ forti. Ora abbiamo la squadre femminile a XV, grande sogno per il rugby in tutta la Liguria, la prima squadra maschile in C1, la Under 18 maschile in elite e la U/16 femminile in Coppa Italia, due ragazzi del vivaio nelle nazionali U/18 e U/20 e la capitana delle Wasps nella nazionale femminile U/18.... ma non dobbiamo accontentarci.” Come dargli torto.... alla luce di tale argomentazione le Wasps, dopo aver giocato domenica scorsa con le vice campioni nazionali del PWC Monza, si apprestano ad affrontare il super team U.S.A.


All’interno della manifestazione si svolgerà anche un torneo seven femminile, a tutto campo, tra le compagini di Penn State R          ugby, Ivrea, Imperia, Chicken Rozzano, Busalla Valle Scrivia e le padrone di casa. Prima del terzo tempo ci sarà spazio anche per i maschi “stagionati” con il torneo OLD tra i Cavalieri di San Giorgio, Imperia, Cuneo Pedona, Le Orche di Recco e i Seppi de Bruga di Cogoleto. Il programma prevede dalle ore 11,00 inizio con un allenamento e partita di minirugby poi di seguito:

  • Ore 12,30  prima parte torneo seven’s femminile
  • Ore 13,00  pranzo per ospiti e minirugby
  • Ore 14,00  Zena Wasps – Penn State Rugby femminile a XV
  • Ore 16,30  finali Torneo seven’s
  • Ore 17,00  terzo tempo squadre femminili
  • Ore 17,00  incontro Old


Costo del pranzo 12 Euro a persona con primo e secondo con polenta con sugo di cinghiale o grigliata di carne.

Vi aspettiamo numerosi!

 

articolo di Roberto Roncallo da Rugbytotale

Gli Orsi Under 16 emergono nel pantano di Cogoleto

“UNO DUE” dell’Under 16 delle Province dell’Ovest guidato in panchina da Massimiliano Pesce. Al Campo Marco Calcagno di Cogoleto gli “Orsi” dopo aver superato nel turno precedente per 48/0 gli Amatori Genova, domenica scorsa hanno affrontato la prima in classifica del girone Territoriale con l’obiettivo di riscattare il risultato dell’andata favorevole agli azul grana.
 
Su di un campo difficile e sotto una costante e fitta pioggia nel primo tempo gli Orsi hanno fatto subito capire agli avversari che avrebbero trovato una squadra diversa, non solo nella forma ma soprattutto nella testa. Infatti, nonostanza l’esuberanza fisica dell’Imperia, le Province hanno iniziato a fare pressione sul quindici avversario imponendo il proprio gioco basato sulle capacità tecniche e di carattere. Dopo pochi minuti hanno capitalizzato gli sforzi con una punizione di Fracchiolla. Il primo tempo finiva 3/0 per i padroni di casa che, pur mettendo casa nella metà campo dell’avversario, non riuscivano pero’ a bucare la forte difesa avversaria. 
 
Il secondo tempo vedeva l’Imperia provare a proporre il proprio gioco ma le Province dell’Ovest hanno ripreso in mano la partita, dopo aver dimostrato di avere un reparto difensivo alla pari ed hanno riproposto il live motive del primo tempo. Al cinquantanovesimo, dopo l’ennesima mischia nei ventidue mmetri dell’Imperia, il neo entrato Palma “bucava” finalmente la difesa imperiese per la liberazione dei propri tifosi e dello staff tecnico, mèta a cui faceva seguito la precisa esecuzione da difficile posizione del solito Fracchiolla (10/0). Grande lavoro da parte dell’allenatore Pesce che ha sapientemente fatto emergere oltre le capacità tecniche anche lo spirito di sacrificio di tutti i reparti e creato un gruppo che a prescindere dalla formazione di volta in volta proposta, riesce a far trovare pronti tutti i suoi atleti. Le Province dell’Ovest U/16 hanno utilizzato: Dianti, Fracchiolla, Ortoneda, Guidetti, Donati, Cosmelli, Ricchebono, Finotti, Pesce, Piccolo, Romano, Fernandez, Civardi, Alcivar, Barbieri, Bilardi, Borgagni, Palma, Paganelli, Ghinello, Vneturino, Rappa. 
 
 
UNDER 16 GIRONE TERRITORIALE: Province dell’Ovest – Imperia 10/0, Savona – Cuneo Pedona 21/5, Amatori Genova – Genova Levante/C 7/51, Monferrato/B – Lions Tortona 10/21. CLASSIFICA: Genova Levante/C punti 39, Imperia 37, Province dell’Ovest 33, Cuneo 30, Savona 22, Lions Tortona 10, Amatori Genova 7, Monferrato7B 5.


PROSSIMO TURNO (13 MARZO 2016): Savona – Province dell’Ovest, Cuneo Pedona – Amatori Genova, Genova Levante/C – Lions Tortona, Monferrato/B – Imperia.

Scritto da Roberto Roncallo http://rugbytotale.blogspot.it/

Nasce Terre Ovali, l’associazione dei ‘Capitani’

Sostenere il rugby e le realtà che lo alimentano in tutta Italia, spesso tra mille difficoltà, per far sì che sempre più giovani si appassionino e rendano sempre più grande e unico questo sport.

E’ questo l’intento di ‘Terre Ovali’ una nuova associazione che nasce per iniziativa di alcuni ex campioni rimasti nel cuore di tutti i tifosi, guidati da Massimo Giovanelli, storico capitano della Nazionale che si guadagnò l’ingresso nel Sei Nazioni. Con lui altri grandi nomi che hanno fatto il rugby italiano e condiviso insieme tante partite e tanti successi, da Marcello Cuttitta a Stefano Bordon, da Luigi Antonio Francescato, a Mario Privitera, e poi ancora Giambattista Croci, Alessandro Fusco, Serafino Ghizzoni, Carlo Caione, Paolo Ricchebono, Stefano Barba, Stefano Zorzi, Claudio Robazza, Edgardo Venturi, Francesco Pietrosanti.
Campioni, ma soprattutto uomini innamorati di uno sport che oggi cresce dove trova qualche zona di terreno fertile e cuori appassionati che lo tengono vivo. L’intento è di contribuire ad allargare le aree fertili, far grandi quelle ‘terre ovali’ custodi del rugby e di uno sport pulito che deve tornare ad essere attrattivo per i giovani, grazie a maggiore attenzione e ascolto dei problemi delle società sul territorio, al loro sostegno, alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle istituzioni, alla diffusione di pratiche e politiche gestionali, sportive e di comunicazione avanzate.
Sono infatti necessarie nuove modalità di partecipazione da parte di tutti per non cadere nel pericolo di un circolo vizioso negativo che coinvolga insieme le basi del nostro rugby e le punte di eccellenza più esposte. Un pericolo che l’Italia corre, come recentemente sottolineato dai media internazionali, e che non deve cronicizzare e sedimentare in chi ha a cuore la palla ovale nel nostro Paese.
“C’è bisogno di fare il punto della situazione reale,- afferma Massimo Giovanelli- coinvolgendo in un’analisi approfondita tutto il movimento, a partire da chi tutti i giorni con tenacia e fatica porta avanti l’attività delle società sul territorio. Ci aspettiamo la partecipazione di tutti quelli che hanno a cuore questo sport, per creare un ‘laboratorio’ vivo e individuare nuovi percorsi e soluzioni per il nostro rugby”.
Tra le prime iniziative di Terre Ovali, il censimento partecipato di tutte le realtà rugbistiche d’Italia, per comporre una mappa delle risorse ma anche dei problemi che impediscono la diffusione e la crescita del nostro sport. Tramite il sito dell’associazione www.terreovali.it si chiederà a tutti gli appassionati, ai presidenti, ai tesserati di segnalare le loro realtà coi loro problemi postando anche foto che documentino lo stato in cui si trovano oggi a praticare. Tutte le segnalazioni comporranno un ‘wall’ digitale sul sito e una mappa virtuale dell’Italia del rugby giocato. Terre Ovali raccoglierà tutti i materiali, comporrà un rapporto e lo presenterà con una serie di appuntamenti ufficiali sia locali che nazionali per confrontarsi insieme su soluzioni possibili e concrete.
Tutte le iniziative e gli obiettivi dell’associazione si possono seguire sul sito www.terreovali.it, on-line da sabato 27 febbraio. Per segnalazioni è già attiva la mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Partite del weekend 27 e 28 Febbraio 2016

Ultima domenica di febbraio, e altra sosta per Serie A e C1 ma, in quest’ultima categoria dei Campionati Nazionali è previsto il recupero di Aosta tra il Cogoleto&Province dell’Ovest e i valligiani dello Stade Valdotaine. E’ chiaro che se i liguri mirano alla promozione in Serie B dalle Valle d’Aosta bisogna ritornarci con il bottino pieno! Giornata del tutto particolare, e in ogni modo tremendamente difficile, per le due squadre liguri impegnate nei rispettivi gironi di elite nei Campionati giovanili. Sia la Pro Recco Under 18 di Rocco Tedone che il Genova Levante di Dan Pavel dovranno vedersela con le due capoliste dei gironi: due confronti da “intenditori” e pertanto da seguire con molta attenzione.

Ovviamente tutto questo programma, o almeno in parte, potrebbe subire sostanziali modifiche per il previsto arrivo sul Nord Ovest di una forte perturbazione, che costringerebbe le autorità preposte a emanare ALLERTA ROSSO, pertanto proibire l’utilizzo di alcuni impianti sportivi.

SERIE C1 – POULE PROMOZIONE (recupero) ore 14,30

Stade Valdotaine – CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest ( Stadio del Rugby

Tzamberlet/Aosta)

CLASSIFICA: Union Riviera punti 8, Monferrato 6, Savona e Cffs

Cogoleto&Province dell’Ovest (*) 4, Stade Valdotaine (*) 1, Rivoli 0.

(*) = partite da recuperare.

UNDER 18 GIRONE 1 ELITE (IV GG. RITORNO) ore 12,30

Pro Recco – Viadana (Carlo Androne arb. Alberto Olivieri)

CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest – Cammi Calvisano (Marco Calcagno di

Cogoleto arb. Alessandro Torazza)

VII Torino – A.S.R. Milano

CUS Milano – Monferrato

CLASSIFICA: Viadana e Calvisano 44, A.S.R. 38, Recco 26, CUS Milano 15,

Cogoleto&Province 14, Monferrato 12, VII Torino 6.

UNDER 16 GIRONE 1 ELITE (III GG. RITORNO) ORE 12,30

Genova Rugby Levante – CUS Milano (Stadio Carlini arb. Emanuele Piano)

Bergamo – CUS Torino

A.S.R. Milano – Cammi Calvisano

Grande Brianza – Viadana

Tutto Cialde Lecco – VII Torino

CLASSIFICA: CUS Milano punti 51, Viadana 50, Calvisano 46, Grande

Brianza 34, Genova Levante 26, VII Torino 19, Lecco 16, CUS Torino e A.S.R.

12, Bergamo 2.

UNDER 16 TERRITORIALE LIG/PIEMONTE (III GG. RIT.) ore 11,00

Savona – Cuneo Pedona (Fontanassa arb. Jamal Kamili)

Amatori Genova – GenovaLevante/C (Comunale Sant’Olcese arb. Michele

Tobìa)

Province dell’Ovest – Imperia (Marco Calcagno/Cogoleto arb. Luca Ermellino)

Lions Tortona – Monferrato/B (Ferrovieri di Alessandria arb. Davide Simiele)

CLASSIFICA: Imperia punti 37, GenovaLevante/C 34, Cuneo 30, Province

dell’Ovest 29, Savona (*) 18, Monferrato/B (*) 9, Amatori Genova 7, Tortona 6.

UNDER 16 II FASE GIRONE C (I GG.AND.) SABATO ore 16,30

GenovaLevante/B – Volpiano (rinviata a sabato 2 aprile)

Amatori ’74 – San Mauro

CLASSIFICA: San Mauro punti 5, Monferrato/A 4, Novara 1,

GenovaLevante/B 0.

di Roberto Roncallo

Partite del weekend 13 e 14 Febbraio 2016

di Roberto Roncallo

In quest’altra domenica di pausa per la Serie A, in C1 si recupera il test tra Stade Valdotaine e Cogoleto&Province, rinviato il 31 gennaio scorso. Essendo il primo confronto inserito nella Fase Promozione, e conoscendo già gli esiti delle altre due partite, è logico che lo stesso test amplifica l’importanza della posta in palio. Il Cogoleto&Province di Alexios Cena e Gian Luca Sandri ha vinto il suo girone di qualificazione, mentre i valligiani sono arrivati secondi dietro la Franchigia del Monferrato. La Spezia, Recco, Savona e il Carlini di Genova tengono banco, invece, a livello propaganda in quanto in questo fine settimana sono previsti ben quattro concentramenti con in gara tutte le Società del rugby ligure.

 

SERIE C1 – II FASE – PROMOZIONE (RECUPERO)

-       S  a  b  a  t  o  -

Stade Valdotaine – CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest (Stadio del Rugby Regione Tzamberlet/Aosta ore 14,30)

CLASSIFICA; Monferrato Rugby punti 5, Union Rugby Riviera 4, Rivoli, Savona, Cffs Cogoleto&Province dell’Ovest (*), Stade Valdotaine (*) 0.

(*) = Una partita in meno.

 

ATTIVITA’ DI PROPAGANDA UNDER 12

-       S a  b  a  t  o  -

1)   Al Carlo Androne di Recco ore 14,30 Org. Pro Recco con iscritti Pro Recco, R.C. Spezia, Le Api S.O.L., Amatori Genova, Busalla, Genova Rugby.

2)   Al Fontanassa di Savona ore 14,30 Org. Savona Rugby con iscritti Savona, Imperia, CUS Genova (due squadre), Province dell’Ovest (2 squadre).

ATTIVITA’ DI PROPAGANDA UNDER 10 – 8  - 6

-       D o m e n i c a  -

1)   Stadio Carlini Genova ore 10,00 Org. CUS Genova con iscritti CUS Genova, Province dell’Ovest, Pegli, Le Apo S.O.L., Imperia, Savona.

2)   Campo Denis Pieroni Loc. Pieve di La Spezia ore 10,00 Org. R.C. Spezia con iscritti R.C. Spezia, Amatori Genova, Busalla, Genova Rugby, Tigullio Rugby Rapallo, Pro Recco.

 

Partite del weekend 6 e 7 Febbraio 2016

Con la coincidenza del Torneo del Sei Nazioni cala l’attività agonistica per le prime squadre sia di Serie A che di C1, mentre nelle categorie giovanili in questo fine settimana si evidenziano svariati appuntamenti. Intanto il test degli Under 18 del girone di elite tra Recco e VII Torino è già confronto di un certo richiamo tecnico, poi ad Asti i giovani delle Zena Wasps saranno impegnati in un confronto alquanto delicato in coda alla classifica del girone. A Sant’Olcese l’Under 18 di “Sancho” Bottino, imbattuta nello stesso torneo, e dopo la combattuta partita di Alessandria con il Monferrato/B, chiude una stagione estremamente prolifica, e nell’ultima gara della prima fase vorrà conservare l’imbattibilità. Amatori Genova e Cuneo Pedona aspirano al passaggio al secondo turno. E poi ci saranno le fasi per poter accedere all’elite del 2016/17. Ben quattro sono i confronti riservati agli Under 14, due sul sintetico del Branega di Prà e altrettanti su quello del Carlini, ma non bisogna scordare che comunque a Recco, nel pomeriggio, ci sarà un’altro derby tra la Pro Recco e il CUS Genova. La partita è inserita nel campionato Riserve organizzato dal Comitato lombardo, e senza dubbio anche da questo test si potrà gustare teorie di gioco spettacolari ed avvincenti.

Intanto il recupero di C1 tra Stade Valdotaine e CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest, rinviato la scorsa domenica, sarà giocato al campo Tzamberlet di Aosta nel giorno di sabato 13 febbraio alle 16,30.

 

UNDER 18 GIRONE 1 ELITE (III GG. RITORNO)

Pro Recco – VII Torino (ore 14,30 campo Carlo Androne arb. Fabio Franchini)

Monferrato – CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest (12,30 Cittadella del Rugby campo Lungotanaro/Asti)

Cammi Calvisano – CUS Milano

Viadana – A.S.R. Milano

CLASSIFICA: Viadana punti 40, Calvisano 39, A.S.R. 37, Recco 21, CUS Milano 15, CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest 13, Monferrato 8, VII Torino 6.

 

UNDER 18 GIRONE TERRITORIALE LIGURE PIEMONTESE (V GG. RIT.) ore 12,30

Amatori Genova – CUS Genova (campo Comunale Sant’Olcese arb. Alessandro Torazza)

Union Rugby Riviera – Cuneo Pedona (campo Pino Valle/Baitè/IM arb.Luca Ravasi)

Savona – Monferrato/B (campo di via Fontanassa/SV arb. Alberto Olivieri)

CLASSIFICA: CUS Genova punti 44, Amatori Genova 26, Cuneo 25, Savona 21, Monferrato  e Union Riviera 6.

 

CAMPIONATO RISERVE (I GG. RITORNO)

Pro Recco – CUS Genova (ore 14,30 campo Carlo Androne arb. Carlo Pastore)

VII Torino – Lyons Piacenza

A.S.R. Milano – Piacenza

Monferrato Rugby – Biella

Colorno in sosta.

CLASSIFICA: CUS Genova punti 26, Lyons 24, A.S.R. 21, Colorno 14, Piacenza e VII Torino 13, Recco 11, Biella 10, Monferrato – 3.

 

UNDER 14 – SECONDA FASE

-        D o m e n i c a  -

Province dell’Ovest/A – Genova Rugby (Campo Branega di Ge/Prà ore 10,00 arb. Michele Tobìa)

Province dell’Ovest/B – Imperia (Campo Branega di Ge Prà ore 11,00 arb. Isabella Arnaù)

Amatori Genova/A – Pro Recco (Stadio Carlini/GE ore 10,00 arb. Alexandra Shulgina)

Amatori Genova/B – Savona – Genova Rugby/B (Stadio Carlini/GE ore 11,00 arb. Mohammed Mansouri e Jamal Kamili)