15-21 LUGLIO 2018 : GLI ORSI A LUBERSAC

21/07/2018

“E anche quest’anno si ritorna orgogliosi di avervi partecipato. Sono 11 anni che andiamo e ogni volta torniamo un po’ più carichi. Ogni Orso, ogni allenatore ha fatto del suo meglio per imparare qualcosa di nuovo per poi trasmetterlo a tutti gli altri. Merci Pierre!!”

Queste sono le parole con cui Paolo, attraverso la nostra pagina Facebook, sintetizzava l’esperienza 2018 dei nostri Orsi a Lubersac, sede dello stage diretto da quel monumento del rugby francese che è Pierre Villepreux il quale, per altro, quest’anno è stato inserito nella World Rugby Hall Of Fame.

 

Pierre e il suo staff di allenatori si prendono cura di circa un centinaio di ragazzi dai 7 ai 15 anni per una settimana intera trasmettendo loro la filosofia di gioco in cui credono fermamente.

 

Per gli Orsi l’avventura inizia domenica mattina 15 luglio presto, molto presto. Partenza alle 4 da Sestri per poter arrivare in tempo per il primo test di ambientamento della domenica pomeriggio. Il viaggio con le 4 auto della “carovana” procede senza intoppi e si arriva a Lubersac poco dopo pranzo.

Il camping de la Vézenie è una location ideale per accogliere i ragazzi. Un oasi di verde adiacente al campo sportivo ed a una scuola il cui refettorio accoglie gli Orsi per i pasti.

I ragazzi si sistemano negli chalet a loro disposizione e il consueto “briefing” di benvenuto da parte di Pierre illustra le modalità con cui si svolgeranno le intense giornate della settimana.

Si tratta di due allenamenti giornalieri intervallati da attività ludiche ottimamente coordinate da una squadra di educatori che si prendono cura dei ragazzi dal momento della sveglia fino al momento della buonanotte.

I nostri Orsi hanno sfruttato al massimo questa opportunità che le “Province” hanno messo loro a disposizione e si sono impegnati veramente al top durante tutte le sessioni di allenamento e nei test matches finali.

La missione che Paolo e Fabio hanno affidato loro è quella, al ritorno, di far tesoro di quanto appreso e cercare di trasmetterlo ai loro compagni di squadra per rendere tutte le nostre squadre in grado di giocare un rugby efficace e “bello” da vedere.

Relativamente all’atmosfera e al contesto in cui si svolge questo prestigioso stage, credo di poter affermare che la possibilità di interagire con ragazzi provenienti da altri paesi europei (quest’anno i compagni di viaggio sono stati francesi, olandesi e inglesi) sia impagabile. È stato anche divertente osservarli comunicare in un esperanto casereccio fatto di gesti, inglese, francese e italiano con gli altri ragazzi.

Dunque le giornate si sono susseguite con una velocità impressionante perchè quando si vivono esperienze entusiasmanti il tempo vola e il sabato mattina della partenza è arrivato in fretta.

Dopo la classica sosta alla Boulangerie di Lubersac per la colazione, e dopo 10 ore di viaggio, gli Orsi sono quindi tornati alla base portando con loro il ricordo di un’esperienza indimenticabile.

 

Chiudi il menu

Questo sito web utilizza i cookies per gestire, migliorare e personalizzare la navigazione. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookies e su come rimuoverli, consulta la nostra politica sui cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi